Posted by on Giu 3, 2013 in Cosa Fare

“Benvenuti a tutti gli ‘ambasciatori’ della nostra amata Italia!”.

Questa la frase d’apertura del ricevimento che l’ambasciatore italiano Marco Clemente ha voluto offrire ieri, domenica 2 giugno, nella sua residenza privata, in occasione dei festeggiamenti per la Repubblica Italiana.

L’invito, rivolto a tutti i connazionali che si sarebbero trovati a Tallinn lo scorso weekend, non ha sorpreso ovviamente i residenti italiani che, come ogni anno, si sono presentati puntuali al terzo piano del numero 1 di via Suur Karia, e nemmeno i turisti che, sparsasi la voce, hanno ritagliato due ore del loro tempo per festeggiare insieme. Quale modo migliore per festeggiare la Repubblica Italiana quando ci si trova all’estero! Una presenza molto importante, quest’anno, sottolineata più volte anche dall’ambasciatore, è stata quella degli studenti Erasmus, ormai giunti al termine del loro semestre primaverile.

Considerate le basse temperature e le piogge che stanno raffreddando l’Italia in queste settimane, l’evento non poteva non cominciare sotto una pioggia torrenziale: nonostante quindi questo piccolo disagio iniziale, l’affluenza è stata molto numerosa; una folla di studenti universitari, famiglie con bambini e molti imprenditori che hanno portato il loro business qui a Tallinn hanno alzato il calice insieme all’ambasciatore, che, tra le altre cose, festeggiava il giro di boa del suo mandato iniziato il gennaio scorso!

L’evento è stato anche occasione per due importanti comunicazioni di carattere istituzionale. La prima piacerà a tutti i fedeli che fino ad oggi potevano solo fare affidamento alla messa in inglese delle 18 del sabato. Il prete italiano di Tallinn, Padre Alfonso, infatti, ha informato la comunità che a breve verrà stabilito un orario e un giorno per celebrare in italiano. La seconda, invece, è stata in verità solo un’anticipazione: durante il suo discorso, l’ambasciatore ha annunciato l’istituzione, ancora non ufficializzata, di EESTALIA, la prima e unica associazione italo-estone della capitale. Eestalia, ci ha raccontato Marco, nasce dalla sua esperienza di ambasciatore e console in giro per il mondo. “Quest’anno sono capitato in un paese in cui la presenza italiana non è così accentuata come in Australia o Sudafrica dove ho lavorato in passato e proprio per questo motivo ho pensato di dare voce al nostro paese dando vita ad un’associazione che facesse da ponte tra italiani ed estoni. Non una setta privata, quindi, ma un punto di riferimento per gli italiani nostalgici di casa e gli estoni che per amore, lavoro o altro sono in contatto con il nostro paese.” L’iniziativa è piaciuta e un gruppo di residenti sta lavorando per ufficializzare Eestalia. La bozza del logo è pronta e le idee sono tante. Davide, che lavora per Skype ormai da 7 anni e da febbraio collabora con l’ambasciatore, ci concede una soffiata: uno dei primi progetti che Eestalia metterà in piedi sarà la “Settimana Verdiana”, evento dedicato alla musica italiana che probabilmente si terrà a settembre.

Cosa manca? Ah si…il buffet finale! Su una tavola rigorosamente tricolore, un ricco buffet ha deliziato il nostro palato, giusto prima dell’ora di cena!

Anche se con un giorno di ritardo, a questo punto non ci resta che brindare con tutti voi alla Repubblica e mandare un augurio speciale a chi, come noi, vive all’estero ma continua a portare dentro di sé un cuore tricolore!

Terviseks!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *